Circiello Michele

Circiello Michele

Michele Circiello nasce a Rocchetta Sant’Antonio (Fg) il 23 novembre 1944. Ha studiato all’Istituto d’Arte di Foggia e all’Accademia di Belle Arti di Milano.
Allievo del maestro Cantatore debutta negli anni ’70 con una pittura tradizionale – figurativa, una pittura nella quale vengono rappresentate le scene di vita quotidiana e i problemi della sua terra. La svolta artistica avviene quando si sofferma sulla pesante crisi economico-sociale che interessa i paesi della Daunia (le sue tele sono dei veri e propri documenti di un disagio sociale, una denunzia della realtà ambientale) una crisi che costringe uomini e donne ad abbondonare con rassegnazione l’infruttuoso lavoro dei campi.

Il Legame con la sua Terra diventa più stretto; Circiello cerca, ricerca e trova le tracce dell’uomo preistorico e protostorico: nascono le tele ispirate a quelle sipontine del Museo Nazionale di Mandredonia.La ricerca continua diretta  sull’uomo troglodita e del medioevo; scopre così le chiese rupestri dalle icone solenni purtroppo stinte dall’umidità, dalle muffe, nascono così le icone e le lunette circielliane che propongono non tanto le immagini sacre quanto la poesia del loro stato reliquiale.

Circiello ha esposto nelle gallerie di molte città italiane e ha partecipato a numerose manifestazioni artistiche.

Michele Circiello vive e lavora a Foggia.

Filtri