De Chirico Giorgio

De Chirico Giorgio

Giorgio De Chirico nasce a Volos (Grecia) il 10 Luglio 1888 da una agiata famiglia italiana.Il padre Evaristo, ingegnere siciliano delle ferrovie, la madre Gemma Cervetto apparteneva alla buona borghesia genovese.

Giorgio si iscrisse al Politecnico di Atene per intraprendere lo studio della pittura, studio che continuerà all’Accademia di Firenze ed infine dal 1906 all’Accademia delle belle arti di Monaco di Baviera.

Subisce l’influenza di Gauguin da cui prendono forma le prime rappresentazioni delle piazze d’Italia.

Tra il 1912 e il 1913 la sua fama si propaga, anche se ancora non ottiene un adeguato successo economico. In questo periodo comincia a dipingere i suoi primi manichini.

Allo scoppio della prima guerra mondiale i fratelli de Chirico si arruolarono volontari e vengono inviati a Ferrara. Dopo un primo periodo di disorientamento dovuto al cambiamento di città, Giorgio rinnova la propria pittura, non dipinge più grandi piazze assolate ma nature morte con simboli geometrici, biscotti e pane.

Giorgio de Chirico muore a Roma il 20 Novembre del 1978 al termine di una lunga malattia.

Filtri