Iezzi Cesare

Iezzi Cesare

Cesare Iezzi è nato a Chieti il 12 marzo del 1958.

Autodidatta, inizia a dipingere giovanissimo, tra le sculture ed i bozzetti marmorei del laboratorio paterno.

L’esordio artistico avviene alla Bottega d’Arte di Chieti nel 1976. Guarda con interesse sia  la pittura metafisica di Giorgio de Chirico che quella surrealista di Salvador Dalì e Renè Magritte . Dopo aver conseguito il diploma di maturità all’Istituto Tecnico per Geometri nel 1981 si iscrive alla facoltà di architettura e nello stesso periodo realizza una serie di disegni ispirati a  Frank LIoyd  Wright.

Nel1981 allestisce la sua prima personale nella galleria Malatestiana di Rimini.

Nel 1984 viene invitato ad esporre alla Galerie Sallambò di Parigi, con il nome d’arte Audens.Dal1990 inizia con una lunga serie di mostre a frequentare l’ambiente artistico toscano. Nel 1996 è tra i fondatori del Movimento Iperspazialista e firma la stesura del Manifesto Iperspazialista partecipando a tutte le mostre del movimento in Italia ed all’estero.  A Tirolo di Merano, 1998, in occasione della manifestazione “L’Albero della Poesia – Omaggio a Ezra Pound”, è presente con il Movimento Iperspazialista al Castello Brunnenburg ad una mostra curata da Mary de Rachewiltz, Milena Milani e Giancarlo Da Lio. Le opere del Movimento entrano a far parte della collezione “Pound”.  Nel 2007 produce la serie di opere chiamate ”Superstringhe” ispirate al libro l’Universo Elegante di Brian Greene.

Nel 2010 si trasferisce a Macerata. Nel 2015 presenta all’Aurum di Pescara la sua ultima ricerca intitolata “Photopsyche”, una serie di ritratti fotografici in digitalart sul tema del visibile e invisibile. Dal 2016 traspone il concetto di Photopsyche nella scultura creando così “Sculptures” ovvero la visione trasfigurata dell’essere umano in cui compaiono le forme materializzate create dalla propria psiche. Nello stesso anno  espone  tre installazioni di scultura e digital art  a Milano presso la Galleria Made4art durante la settimana del Photofestival intitolata Elements.

Nel 2018 è tra i selezionati del Premio Marche nella sezione scultura. Nel 2019 è tra i vincitori del premio di pittura “ Libri su tela “ alla Galleria Spazio Bianco,  all’interno della settimana del Festival FLA a Pescara.  Nello stesso anno è ospite con una sua performance presso la Libreria Bocca nella Galleria Vittorio Emanuele di Milano ed è tra gli artisti selezionati del “Segnalibro d’artista” , mostra itinerante del 2020 presso le librerie storiche di Milano, Roma, Venezia, Firenze, Gallarate, Pavia, Domodossola, Torino, Catania,e Taranto. Catalogo edito da Libreria Bocca (MI).

Da diversi anni vive e lavora presso il suo studio a Civitanova Marche .

Cesare Iezzi è in esclusiva con la galleria Morra Arte Studio.