Terruso Saverio

Terruso Saverio

Saverio Terruso nacque a Monreale nel 1939 e si formò a Milano presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.
Nel 1963 iniziarono la sua attività artistica e la sua crescita personale attraverso una serie di mostre personali ed entrando in contatto con grandi artisti come Renato Guttuso, Aligi Sassu e Salvatore Fiume.
Dedicò all’arte e alla pittura la sua vita, svolgendo anche l’attività di insegnante prima all’Accademia di Belle Arti di Palermo e all’Accademia di Carrara, poi a Milano, dove dal 1979 divenne titolare della cattedra di pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera.
Dal 1985 allestì una serie di mostre nelle principali città brasiliane, ottenendo grandi successi. Contemporaneamente, la sue opere iniziarono ad essere apprezzate anche negli Stati Uniti, dove proseguì la sua attività espositiva. Nel 1994 venne organizzata una mostra itinerante in varie città del Messico e, nel 2000 venne inaugurata un’importante mostra alla Trigram Gallery di Hong Kong, nella quale fu l’unica presenza occidentale.
La sua lunga carriera lo ha portato ad essere oggi uno degli artisti più ricercati nel mercato, presente nelle maggiori collezioni italiane ed estere e le sue opere sono battute nelle maggiori case d’asta.
Morì nel 2003.

Nelle sue opere Terruso dimostrò di non aver mai dimenticato le proprie origini mediterranee, dalle quali traspare la sua passionalità ed il suo legame con la terra che lo portò a realizzare costruzioni profonde della realtà. Agli esordi si qualificò come pittore espressionista e realista, interpretando la realtà in modo drammatico, per poi cambiare rotta verso una costruzione compositiva più articolata e tecnica.
Al fianco degli oggetti si cominciarono ad intravedere figure umane, dalle linee curve, contrapposte alla rigidità geometrica dei solidi. Immagini costruite con ampie e vivaci pennellate e colori accesi, vivi, spesso contrastanti, che capaci di enfatizzare l’impatto visivo e dare maggiore plasticità ai suoi soggetti.

Filtri